Una neve sempre più rosa

0
353
(Foto: https://www.skiclassics.com).

Le statistiche Ski Classics confermano il lento ma costante aumento
della presenza femminile alle gare. Un trend che si può estendere
a tutto il movimento del fondo in generale

 

In occasione della Festa della Donna, anzi della Giornata internazionale dei diritti delle donne, come è corretto dire oggi, il circuito Ski Classics ha evidenziato come fin dall’inizio del Pro Tour, nel 2011, la presenza femminile nei Team sia aumentata sempre, anche se in modo costante e regolare (quindi senza picchi stagionali).

In particolare – evidenziano i dati del Circuito – in questa stagione, a tre date dal termine (Birkebeinerrennet, Reistadlopet e Summit 2 Senja, tutte in Norvegia), si è raggiunto il record assoluto di quote rosa sulla neve, sfiorando il 40% di presenza femminile. Un dato peraltro in linea con quanto avviene anche in altre discipline sportive (si pensi, ad esempio, all’esplosione del ciclismo femminile).

«Sin dalla prima stagione, abbiamo lavorato duramente insieme ai nostri Pro Team per aumentare l’interesse delle atlete per lo sci di fondo di lunga distanza e verso il Circuito. Nel 2011 avevamo il 15% di atlete Pro Team, una percentuale terribilmente bassa», ricorda David Nilsson, CEO di Ski Classics, determinato a raggiungere la pari partecipazione agli eventi di uomini e donne. «Ci siamo dati l’obiettivo di raggiungere una partizione 50/50 tra i sessi e per questo, nel tempo, abbiamo adattato regole e competizioni per andare in quella direzione. Ora, a marzo 2023, siamo vicini al 40%, quindi un rapporto migliore. Ma per Ski Classics e per i nostri eventi c’è ancora del lavoro da fare, per arrivare al 50%».

Nel grafico qui sotto si può vedere la crescita della percentuale delle sciatrici nelle varie stagioni Ski Classics.

Stagione dopo stagione, la percentuale femminile è costantemente aumentata (Foto: https://www.skiclassics.com).

Secondo il regolamento di questa 14ª edizione Ski Classics, il numero di Team iscritti è limitato a 35 e ogni squadra deve essere composta da un minimo di quattro e un massimo di dieci atleti, di cui almeno due uomini e due donne. Quest’anno sono iscritti al Pro Tour 299 atleti, pari all’85,43% dei 350 posti disponibili: 183 uomini e 116 donne. In altre parole, il 38,8% degli atleti del Pro Tour è donna.