Ad Anterselva si comincia con una “Doro” tutta d’oro

0
316
(Foto dal profilo Instagram)

Straordinaria Dorothea Wierer, vincitrice della sprint femminile inaugurale della tappa di Coppa del mondo ospitata ad Anterselva. In una delle migliori prestazioni stagionali, l’altoatesina – galvanizzata dal pubblico di casa -, ha dimostrato tutta la sua classe con una prova di precisione e coraggio per festeggiare il primo successo stagionale. Una vittoria arrivata attendendo la francese Chevalier-Bouchet, in recupero con due poligoni velocissimi, ma in difficoltà sugli sci prendendo da “Doro” ben 8 secondi nel giro finale.

La grandezza della 32enne portacolori delle Fiamme Gialle è venuta fuori da subito, grazie a due poligoni perfetti – chiave di volta del format -, nei quali ha trovato lo zero quando contava, in una giornata condizionata dal vento instabile che ha premiato con il podio solo chi è stato chirurgico al tiro, confermando poi la sua supremazia con un ottimo tempo sugli sci. Il tempo finale della biathleta di Rasun è stato di 20’59”6, un risultato ancora più straordinario se pensiamo che la sprint era l’ultimo format di gara che mancava a Wierer, per completare il “grande slam” di vittorie sulla pista di casa. Seconda posizione per la francese Chevalier-Bouchet, arrivata a 2”8 senza errori al tiro e terza posizione per Elvia Oeberg a 8”7, sempre senza errori.

Lisa Vittozzi ha chiuso in 13esima posizone: la sappadina è incappata in due errori al primo poligono, anche a causa del forte vento, mostrando però una grande forza mentale per riaprire la gara, senza abbattersi, fino a piazzare la zampata con il quinto tempo totale sugli sci, unito ad un secondo poligono rapido e di classe. Più indietro le altre italiane: Samuela Comola è 25esima, un errore a 1’21”0, Hannah Auchentaller 42esima con 2 errori a 1’45”7 e Rebecca Passler 54esima con 3 errori a 2’14”1. Tutte le nostre rappresentanti sono comunque riuscite a staccare il pass per l’inseguimento di sabato 21, alle ore 13.00.

(Fonte: Comunicato FISI)