LA SITUAZIONE DELL’APERTURA DEI CENTRI FONDO ITALIANI

0
176

Cari amici fondisti,
ecco un aggiornamento della situazione “piste aperte” dopo la nostra richiesta a tutti i Centri Fondo presenti nell’Atlante.
Riportiamo fedelmente le informazioni che enti del turismo e gestori dei centri fondo ci hanno comunicato, e nient’altro. Vogliamo però sottolineare che, malgrado i nostri sforzi, il lavoro fin qui fatto non è esaustivo: il fatto che una località non sia presente in questo elenco, non significa che non abbia piste di fondo accessibili, ma semplicemente che la nostra redazione non ha ricevuto informazioni aggiornate dai diretti responsabili.

TRENTINO.
La pista di Vermiglio, collocata all’eliporto del passo del Tonale è battuta per 5 chilometri, mentre nelle zone di Mezzana, Commezzadura, Ossana le piste fondo sono  ancora chiuse in quanto la nevicata di ieri non ha prodotto sufficiente innevamento.
Si allarga l’offerta del Passo Lavazè con la pista Campiol e del campo scuola Maestri di Sci per 3.5 chilometri, mentre da domani l’intero tracciato di Campiol sarà disponibile con  4.2 chilometri, ma gli amici di Lavazè stanno lavorando alla clemente anche per completare la Pista Torbiera di 5.4 chilometri.
Il Centro Fondo Madonna di Campiglio ci ha comunicato che ad oggi è aperta la sola pista Baby da 2 km con neve naturale.
Infine, cannoni in azione lungo la Pista Frassanida a Carisolo in Val Rendena.

VENETO
In Località Gares di Canale d’Agordo la pista Franco Manfroi è battuta per 1,5 km.
I 10 cm di neve caduti questa notte non sono stati sufficienti per poter allungare il tracciato presso lo Stadio del Fondo di Sappada, che rimane di 2 chilometri. E per restare in provincia di Belluno, a Falcade, la pista Pietro Scola è aperta per 1.700 metri.

ALTO ADIGE
Unica segnalazione dal Sudtirolo è quella dell’Alta Badia con il Centro Fondo di San Cassiano aperto con 600 metri  di campo Scuola e 2 km pista sul Sass Dlacia.

LOMBARDIA
In Valdidentro la pista Viola è sciabile per un paio di chilometri. Situazione invariata a Livigno con 30 chilometri di piste a disposizione degli ospiti. E per restare in Valtellina, mentre le piste di Bormio restano ancora chiuse, quelle di Santa Caterina Valfurva aprono: quella in paese di 3 chilometri, e quella in quota, a 2700 metri di 5 km esclusivamente per gli amanti dello skating. E “ultima ora” da Valbondione, nella bergamasca: domani, lunedì 29 dicembre, apre la pista con ingresso omaggio.

PIEMONTE
La Pista di Fondo a Riale in Val Formazza è ricoperta da 80 cm di neve per una lunghezza complessiva di 12 km battuti. Cattive notizie dal resto del Piemonte con i tracciati di Prali, Pragelato e Sestriere ancora momentaneamente chiusi. E’ aperta anche la pista in località Pian del Colle (Melezet) 3 km dal paese di Bardonecchia, gestita dal Consorzio Assomont, e poichè hanno aperto oggi per la prima volta, non hanno saputo dirci il chilometraggio delle piste. Dalla nostra lettrice Claudia riceviamo segnalazione della apertura a Macugnaga dell’anello di fondo di circa 2,5 km: la pista di fondo è aperta in località Belvedere a 2000 metri. (Info: 0324 65060 impianti di risalita).

VAL D’AOSTA
In località Torgnon la pista La Maisonnette ha un chilometro battuto, ma è consigliabile spostarsi sulla Grandes Monyagnes per trovare 20 km innevati. A Breuil Cervinia resta aperto l’anello di 3 chilometri. I gestori dell’Ostello di Arpy ci segnalano ben 11 chilometri allestiti. A Gressoney-Saint-Jean è aperto l’anello da 1,5 km intorno al laghetto Gover.

ABRUZZO
Concludiamo la nostra carrellata con una confortante notizia dal centro Italia: a Pescocostanzo (AQ) le piste, presenti in località Bosco di Sant’Antonio dovrebbero aprire domani 29 dicembre e consentire la battitura di 8 km di piste. A Ville Celiera, in provincia di Pescara, è aperta la pista di Voltigno di 10 chilometri

Fateci sapere!