Tour de Ski: la Final Climb sorride a Krueger e incorona Klaebo

0
222
Parla norvegese il podio finale del Tour de Ski 2023: al centro, Johannes Klaebo, primo classificato. A sinistra, Simen Krueger, secondo, e, a destra, Hans Christer Holund, terzo.

Con un’andatura impressionante Krueger si è aggiudicato l’ultima tappa del Tour 2023. Klaebo, sesto all’arrivo, vince la kermesse per la terza volta. Tra le ragazze, vittoria di giornata a Claudel e classifica generale a Karlsson

La Val di Fiemme saluta il Tour de Ski 2023 con una memorabile giornata di sport. In programma la Final Climb, ultima tappa di questa edizione della kermesse, prova severa e spettacolare che decreta la classifica finale della rassegna.

La gara è stata vinta da Simen Hegstad Krueger che, in 31’20”4, ha preceduto il connazionale Hans Christer Holund, secondo a 4”8, e il francese Jules Lapierre, in terza piazza a +25”. Per Johannes Klaebo, vero mattatore di questi giorni con sei vittorie, un sesto posto (a +45”5) che gli consente di portarsi a casa il Tour de Ski 2023. Molto convincente anche la prova di Federico Pellegrino, impegnato in uno sforzo che non gli è congeniale: il valdostano è in Top Ten, all’ottavo posto con un ritardo di 1’02”9.

Simen Krueger taglia vittorioso il traguardo della Final Climb, ultima tappa del Tour de Ski 2023.

Gruppo compatto fino all’attacco della salita, quando i norge hanno iniziato a menare: Roethe, Holund e Krueger hanno messo in fila tutti quanti, Klaebo compreso che ha intelligentemente impostato un’ascesa conservativa. Presente, senza disturbare, il tedesco Friedrich Moch che ha fatto corsa a sé, tenendo molto bene e firmando il 5° posto finale.

Sulla parte più impegnativa della salita Pellegrino scivola indietro di qualche posizione, mentre davanti Krueger apre il gas con un ritmo indiavolato a cui resiste solo Holund. I due si involano verso il Doss del Laresi, dove Krueger precede il compagno per una vittoria che lo proietta al secondo posto della classifica del Tour. Holund è terzo, sia di giornata sia nella Generale, nella quale è subito davanti a un generosissimo Federico Pellegrino che nell’ultima parte di gara recupera posizioni e chiude, come detto, all’ottavo posto.

Alla luce di questi risultati, la Classifica generale CdM vede al comando Klaebo davanti a Golberg. Terzo è Pellegrino, unico in grado – al momento – di contrastare la corazzata norvegese. Che ha anche Holund (4°) e Krueger (5°) nella Top Five.

Johannes Klaebo ha vinto il Tour de Ski per la terza volta. È in testa alla classifica di Coppa del Mondo.

La prima di Claudel

Tra le donne, successo per la francese Delphine Claudel (36’35”4 il suo tempo), arrivata in solitaria davanti alla norvegese Heidi Weng (+20”2) e all’americana Sophia Laukli (+35”7). Per la francese, che aveva già fatto bene in passato sulle rampe dell’Olimpia III, si tratta del primo successo in Coppa del Mondo. Più attardata la svedese Frida Karlsson che, partita con il pettorale di leader, ha pagato la severità della prova. Per via anche dell’inesperienza in questo tipo di sforzo (per Frida si trattava di una prima assoluta), è andata in debito sul finale dopo una gara comunque arrembante e ha chiuso in 15ª posizione a +1’40”0. Un piazzamento sufficiente comunque a mantenere la testa della classifica finale completata in 3h09’31”4, davanti alla finlandese Kerttu Niskanen e alla norvegese Tiril Udnes Weng. Le tre ragazze sono anche al comando della Generale CdM, con la Weng in testa, davanti a Karlsson e a Niskanen.

Top trenta per tutte le azzurre: Caterina Ganz, 17ª; Anna Comarella, 24ª; Cristina Pittin, 25ª e Martina Di Centa, 30ª. «Sono contenta perché ho gestito tutta la gara di testa mia e l’ho fatta bene», ha raccontato Ganz alla FISI. «Scendendo è stato problematico, ma son stata dietro coperta, per poi gestire la gara perché non volevo scoppiare a metà. Il Tour è partito in salita il Tour, ma il mio fisico ha risposto bene, finendo bene. Ora guardo già a Livigno».

Appuntamento a Livigno

Archiviato il Tour de Ski 2023, sarà infatti il Piccolo Tibet a ospitare il prossimo appuntamento di Coppa del Mondo, il 21 e 22 gennaio. L’evento, inizialmente previsto a Milano tra i grattacieli di CityLife, è stato saggiamente spostato in un ambiente più consono grazie all’attenzione sulla sostenibilità della manifestazione.