Mondiali di biathlon: le nostre ragazze sul tetto del mondo

0
395
Foto dal profilo Instagram di Lisa Vittozzi.

A Oberhof il quartetto azzurro si aggiudica la staffetta femminile. Comola, Wierer, Auchentaller e Vittozzi sono d’oro davanti a Germania e Svezia, con una gara perfetta in cui non hanno lasciato scampo alle avversarie

Scusate, permesso, fate passar… anzi, no: senza neanche chiedere permesso, tanto è stata entusiasmante la cavalcata mondiale di Samuela Comola, Dorothea Wierer, Hannah Auchentaller e Lisa Vittozzi che oggi hanno vinto, stravinto, la Staffetta di categoria ai Mondiali di Oberhof.

Sempre davanti, sempre sicure, sempre perfette, con una superiorità disarmante che non ha lasciato scampo a nessun’altra nazione. Il quartetto azzurro chiude in 1h14’39”7, senza alcun errore ai poligoni, liquidati con solo due ricariche. E inchioda le avversarie tedesche (Voigt, Kebinger, Schneider, Herrmann-Wick) a un ritardo di 24”7 (anch’esse senza errori, ma con sei ricariche sulle spalle) e le concorrenti svedesi (Persson, Magnusson, Oeberg 1 e 2) a +55”7, cioè un’eternità, aggravata pure da due errori al tiro in piedi e undici ricariche.

L’Italia femminile trionfa sul circuito di Oberhof, ed è un successo che va oltre il titolo mondiale, perché si tratta di una fantastica prima assoluta. In un paio di occasioni (Nove Mesto 2013 e Konthiolathi 2015), la formazione azzurra aveva festeggiato il terzo posto. Ma oggi, per la prima volta, il nostro quartetto ha issato il Tricolore sul gradino più alto del podio: Samuela Comola, Dorothea Wierer, Hannah Auchentaller e Lisa Vittozzi sono le nuove campionesse del mondo.

Un successo senza storie costruito ai poligoni, con la miglior prestazione di tiro di qualsiasi squadra in questa rassegna, e difeso sulla neve: la Svezia parte forte, ma Samuela Comola risponde bene, firma un rotondo 0-0 al tiro e chiude la frazione in quarta posizione. È il turno di “D’Oro” Wierer, misurata sulla pista ma prima a uscire dal poligono in piedi, mentre Svezia, Francia e Norvegia pasticciano con le ricariche.

Parte Hannah Auchentaller che nel suo turno difende d’autorità la testa della gara, per lanciare Lisa Vittozzi con un vantaggio di quasi 6 secondi su Denise Herrmann-Wick. La Svezia con Hannah Oeberg è (parecchio) più indietro, a 38”2. Per tutte le altre è già notte fonda. La Herrmann-Wick agguanta le code di Lisa, ma l’azzurra non se ne cura e sfodera una sequenza di colpi in entrambi i poligoni impressionante per velocità e precisione, con cui chiude sia tutti i bersagli sia le speranze dell’avversaria che, sotto pressione, incespica in una ricarica.

«In questo momento la mia sessione in piedi è molto buona e l’ho portata al limite per mettere in difficoltà la tedesca. So che in pista è più veloce di me, per cui non potevo fare diversamente», ha spiegato Lisa Vittozzi, alla quarta medaglia in questa edizione mondiale, dopo l’argento nella Staffetta mista e i bronzi dell’Individuale e della Staffetta mista singola. «È davvero incredibile. Oggi è stata una gara davvero dura, ma sapevamo di poter fare una grande prova. Siamo davvero felici. Questa vittoria è entrata nella storia. Abbiamo fatto una gara perfetta, condotta sin dall’inizio. Personalmente penso di aver gestito la gara molto bene, volevo assolutamente prendermi questa vittoria. Ci siamo riusciti e mi fa vedere quanto abbiamo lavorato bene come squadra».

Altrettanta (meritata) soddisfazione anche nelle parole di Hannah Auchentaller: «Una medaglia molto inaspettata, considerato che ho fatto poche gare di Coppa del Mondo e devo ancora realizzare cosa sia successo. Sono molto contenta, penso che tutte e quattro abbiamo fatto una gara bellissima in cui le due ricariche sono state la chiave. Io mi sono concentrata sul mio, ho imparato molto dalla gara di Anterselva e sono stata contenta di dimostrare cosa sono in grado di fare e di aver diviso il podio con le altre tre ragazze».

Domani, giornata conclusiva della rassegna iridata 2023 con le due Mass Start. Gli uomini partono alle 12.30, sulla distanza di 15 km. Per le donne, 12,5 km con partenza alle 15.15.