J. BOE È VELOCISSIMO. TRA LE DONNE LA SVEZIA SPARA UN COLPO INASPETTATO

0
157

di Gianluca Zanardi

Svezia e Norvegia, Norvegia e Svezia. Non c’erano molti dubbi che queste due nazioni sarebbero state tra le protagoniste dei Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang 2018. Ecco, magari non tutti si aspettavano che i vincitori delle prove di biathlon di oggi sarebbero state proprio loro.

Dorothea Wierer Photo: Pentaphoto/Giovanni Auletta
Dorothea Wierer
Photo: Pentaphoto/Giovanni Auletta

Il giorno in più di riposo forzato di ieri sembra aver fatto bene a Dorothea Wierer che riesce finalmente ad essere veloce sugli sci finendo la 15 km individuale al posto nonostante i due errori al poligono. Conoscendola non sarà soddisfatta, ma dopo le prove opache dei giorni scorsi, questa posizione nella top 10 ci fa tirare un bel sospiro di sollievo. Un passo avanti il suo, un passo indietro di Lisa Vittozzi che, con un secondo poligono sciagurato da due errori, scivola 32/a. Subito dopo di lei Alexia Runggaldier alla casella numero 33, mentre solo 38/a Nicole Gontier.

Detto questo, alle Olimpiadi le posizioni che contano sono le prime tre e sul gradino più alto c’è… no, questa volta non la Germania. Ma la Svezia con Hanna Oeberg che vince grazie ad un clamoroso quadruplo 0 al poligono. Oro strameritato con un tempo di 41:07.02 a quasi 25 secondi di vantaggio su Anastasiya Kuzmina, seconda nonostante due errori al tiro. Mentre il bronzo va alla… si, alla Germania. D’altronde una Laura Dahlmeier fuori dal podio sarebbe stato forse un po’ troppo, ma la tedesca finisce comunque a 41 secondi dalla testa. Ora il suo medagliere personale dice 2 ori e 1 bronzo.

Giuseppe Montello & Thomas Bormolini Photo: Pentaphoto/Marco Trovati.
Giuseppe Montello & Thomas Bormolini
Photo: Pentaphoto/Marco Trovati.

Capitolo uomini. Qui il vincitore è un po’ meno scontato anche se, quando nel biathlon ai blocchi di partenza c’è le Roi, il favorito è sempre lui. Invece Martin Fourcade si deve accontentare solo del quinto posto, con due errori fatali all’ultimo poligono dopo che nei primi tre era stato perfetto. La medaglia d’oro va a Johannes Thingnes Boe, che quando ha gli sci ai piedi si trasforma in un razzo e riesce a vincere nonostante gli errori da fermo. Secondo un fantastico Jakov Fak che si è meritato ogni millimetro della sua medaglia con una gara stupenda. Bronzo all’austrico Dominik Landertinger, che ha anche lui ha dovuto essere perfetto al poligono per portare a casa una medaglia.

Il borsino italiano, bisogna essere sinceri, in questo caso è abbastanza disastroso con la premessa che questa gara non è di certo la più adatta per i nostri ragazzi. Se nell’individuale non tiri con percentuali molto alte, rischi di finire tanto dietro in classifica. Giuseppe Montello è il primo italiano al traguardo 40°. Dopo di lui Dominik Windisch 50°, condannato da 5 errori al tiro e Thomas Bormolini 56°. Molto più indietro Lukas Hofer in 63/a posizione.

Ordine di arrivo 15km individuale femminile PyeongChang 2018 (Kor):

1 SWE Hanna OEBERG 0 0 0 0 0 41:07.2
2 SVK Anastasiya KUZMINA 0 1 1 0 2 41:31.9 +24.7
3 GER Laura DAHLMEIER 1 0 0 0 1 41:48.4 +41.2
4 GER Franziska PREUSS 0 0 0 0 0 42:06.9 +59.7
5 SVK Paulina FIALKOVA 1 0 0 0 1 42:09.5 +1:02.3
6 POL Monika HOJNISZ 0 1 0 0 1 43:02.0 +1:54.8
7 ITA Dorothea WIERER 0 1 0 1 2 43:15.8 +2:08.6
8 SUI Elisa GASPARIN 1 0 0 0 1 43:22.4 +2:15.2
9 GER Franziska HILDEBRAND 0 1 0 0 1 43:38.6 +2:31.4
10 BLR Nadezhda SKARDINO 0 0 0 1 1 43:40.2 +2:33.0

32 ITA Lisa VITTOZZI 0 2 0 1 3 +4:04.6 
33 ITA Alexia RUNGGALDIER 0 0 1 1 2 45:15.0 +4:07.8 
38 ITA Nicole GONTIER 1 1 1 1 4 14.5km 45:32.5 +4:25.3

 

Ordine di arrivo individuale 20 km maschile PyeongChang 2018 (Alpensia):
1 NOR Johannes Thingnes BOE 1 0 0 1 2 48:03.8
2 SLO Jakov FAK 0 0 0 0 0 48:09.3 +5.5 +
3 AUT Dominik LANDERTINGER 0 0 0 0 0 48:18.0 +14.2
4 SWE Sebastian SAMUELSSON 0 0 1 0 1 48:32.9 +29.1
5 FRA Martin FOURCADE 0 0 0 2 2 48:46.2 +42.4 +
6 SUI Benjamin WEGER 1 0 0 0 1 48:52.4 +48.6 +
7 CZE Michal KRCMAR 0 1 0 0 1 49:19.3 +1:15.5 +
8 SWE Fredrik LINDSTROEM 0 0 0 1 1 49:25.9 +1:22.1
9 GER Erik LESSER 0 1 0 0 1 49:31.1 +1:27.3 +
10 NOR Emil Hegle SVENDSEN 0 2 0 0 2 49:40.5 +1:36.7

40 ITA Giuseppe MONTELLO 1 1 0 1 3 52:01.9 +3:58.1
50 ITA Dominik WINDISCH 2 0 3 0 5 52:54.3 +4:50.5
56 ITA Thomas BORMOLINI 0 1 2 1 4 53:26.6 +5:22.8
63 ITA Lukas HOFER 1 2 1 1 5 53:54.1 +5:50.3

 

Photo Credit: Pentaphoto / FISI