A Lahti la festa dell’imperatore Klaebo

0
445
Passerella norvegese per la finale, con il solo svedese Halfvarsson (al centro in tuta bianca) capace di infilarsi tra i Diavoli Rossi. Vince Johannes Klaebo (a destra).

Con una gara prudente, il campione norvegese vince anche l’ultima Sprint di CdM. Giornata no per gli azzurri, con Pellegrino fuori ai quarti e Mocellini squalificato

 

Con l’ennesima vittoria di Johannes King Klaebo si chiude la stagione Sprint 22/23. Per il campione norvegese si tratta del successo n° 20 in quest’annata (compreso il Mondiale), un record assoluto per giunta in teoria ulteriormente migliorabile con la prova in calendario domani.

A Lahti, ultimo appuntamento di World Cup, Klaebo ha battuto lo svedese Calle Halfvarsson di 75 centesimi e il connazionale Erik Valnes, terzo a 0.93. Per Klaebo si è trattato anche oggi di un dominio assoluto (primo in tutte le prove di giornata), con la finale composta per cinque sesti da Diavoli Rossi. Quasi una festa da ultimo giorno di scuola per il fuoriclasse norvegese, che si è limitato a controllare Halfvarsson durante l’intera gara per sopravanzarlo nel finale senza troppa difficoltà.

Giornata sfortunata per Federico Pellegrino, con una qualificazione strappata all’ultimo e nell’ultimo posto disponibile (30°) che lo ha costretto a una heat dei quarti difficile, con Golberg, Svensson, Cerny e Cyr a sbranarsi per la sola posizione che, presumibilmente, Klaebo avrebbe lasciato libera per il passaggio del turno.

Chicco esce ai quarti e si classifica diciottesimo, una posizione che gli costa anche il terzo posto nella Classifica di Specialità, dapprima a vantaggio dello svedese Edvin Anger che però la butta via con la squalifica in semifinale per doppio richiamo per violazione della tecnica.

Il norvegese Even Northug (quarto di giornata) ringrazia e si prende il bronzo nella Classifica Sprint, saltando in un colpo solo Jouve (oggi non qualificato), Anger e lo stesso Pellegrino. Al quale, comunque, resta la soddisfazione per il terzo posto nella ben più importante Classifica generale di Coppa del Mondo, un piazzamento che suggella una stagione molto positiva per l’atleta valdostano.

Da sottolineare, infine, la bella/brutta giornata di Simone Mocellini, che approda ai quarti in 19ª posizione ed esce in semifinale battuto al fotofinish da Sindre Skar (ripescato come Lucky Loser e sesto alla fine dietro ad Harald Amundsen), prima della squalifica per doppio cartellino giallo che lo priva del piazzamento in pista.

Domani, domenica 26 marzo, prova conclusiva con la Mass Start 20 km in tecnica classica.