MARCIALONGA 2015: RINO MASSERONI ‘VINCE’ L’ULTIMO POSTO

0
168
Rino Masseroni, ultimo classificato della Marcialonga 2015.
Rino Masseroni, ultimo classificato della Marcialonga 2015.

LA MARCIALONGA CELEBRA LO SCI DI FONDO E SI CONFERMA COME UNA DELLE PIÚ BELLE ED EMOZIONANTI GRANFONDO EUROPEE

Si è chiusa ieri alle ore 18,30 la 42a Marcialonga, quando Cavalese ha salutato e incoronato l’ultimo bisonte, un italiano di Rho (Milano).

L’ultimo concorrente a tagliare il traguardo si chiama Rino Masseroni, ha 66 anni e ieri ha impiegato 8h28′ per portare a termine i 57 km da Mazzin a Cavalese. Ad acclamare l’ultimo arrivato della Marcialonga 2015, un folto e caloroso pubblico si affacciava sul rettilineo che portava al traguardo e che ha accolto il milanese come un vero vincitore.

Masseroni è arrivato a Cavalese completamente esausto e, dopo essere stato incoronato con l’alloro dalla Soreghina Giulia Pastore e dal presidente della Marcialonga Angelo Corradini, sono arrivati anche il bacio e l’abbraccio più attesi, quelli di sua moglie che ha saltato le

Rino Masseroni, ultimo classificato della Marcialonga 2015.
Rino Masseroni, ultimo classificato della Marcialonga 2015.

transenne per andare incontro al marito.

Per il fondista del CAI di Rho, la 42a Marcialonga è stata la seconda della sua vita e, come lo scorso anno, è riuscito a portarla a termine, classificandosi al 6173° posto.

All’arrivo, con l’ultimo filo di fiato, il 66enne dichiara sia andato tutto bene e non riesce a trattenere qualche lacrima di commozione per aver concluso l’impresa. E così è giunto il meritato riposo anche per lui, l’ultimo classificato della Marcialonga 2015 che, prima di abbandonare Cavalese esclama a voce alta ‘grazie, grazie a tutti’ salutando così gli spettatori che l’avevano atteso ed incitato fino all’ultimo secondo.

É così calato il sipario sulla Marcialonga 2015 e, dopo che tutte le luci artificiali per illuminare l’arrivo sono state spente, il cielo di Cavalese si è illuminato con i fuochi artificiali dell’immancabile spettacolo pirotecnico finale. La serata è continuata poi con tanti altri festeggiamenti, per salutare poi tutti i concorrenti e dar loro l’appuntamento al 2016.

Alla Marcialonga di Fiemme e Fassa hanno partecipato anche 11 senatori, provenienti dalle province di Trento, Verona, Belluno, Milano, Lucca, Brescia e Trieste, che per la 42a volta hanno chiuso la granfondo delle Valli di Fiemme e Fassa.

La Marcialonga ha dimostrato di essere unica al mondo anche per quanto riguarda la precisione e l’assistenza. Un paio di dati su tutti, ogni 10 km circa sul percorso erano presenti punti di assistenza e a Pera di Fassa, per esempio, sono stati cambiati 50 bastoncini e 10 sci a chi era incorso in qualche contrattempo, per l’appunto, tecnico.

Info: www.marcialonga.it