Falcade accoglie la Coppa Italia

0
1375

Il Circuito nazionale torna nella località bellunese, protagonista per questo
week-end del grande fondo: sabato le prove in tecnica classica, domenica
le gare individuali

Sulle nevi di Falcade è iniziato il fine settimana di Coppa Italia, che torna nella località bellunese a più di tre anni dal febbraio del 2020, quando l’evento fu interrotto in pieno svolgimento per l’emergenza Covid. Il weekend di gare è organizzato dallo Sci Club Val Biois e riporta il grande sci di fondo in un’area da sempre vocata agli sci stretti, con tanti campioni che hanno vestito la tuta azzurra: da Gioacchino Busin ad Angelo Genuin e Franco Manfroi, da Magda Genuin a Fulvio Scola per arrivare a Elia Barp, l’atleta classe 2002 che costituisce una delle speranze più concrete del fondismo italiano.

Il programma si apre con gli allenamenti ufficiali di oggi e la riunione dei capi squadra a chiudere la giornata. Da domani, via alle gare, come annunciato da tempo, sulla pista Pietro Scola, con le prove in tecnica classica con partenza a cronometro (5 chilometri per le ragazze Allieve e Aspiranti, 10 chilometri per tutte le altre categorie). Domenica 12, le gare a Inseguimento (partenza con i distacchi registrati il giorno precedente) in tecnica libera (10 chilometri per le ragazze fino a Junior, 15 chilometri per le altre categorie).

«Saranno gare di alto livello e, senza dubbio, molto dure», spiega Fulvio Scola, atleta azzurro dei primi anni Duemila e ora tecnico responsabile della Nazionale italiana Milano-Cortina 2026. «Saranno competizioni dure perché la pista propone dislivelli importanti e curve tecniche e perché la neve di marzo complica non poco le cose dal punto di vista della preparazione dei materiali».

Il tracciato di gara, la pista Pietro Scola.

«Le alte temperature di fine febbraio ci avevano preoccupato non poco», sottolinea Matteo Cagnati, presidente dello Sci Club Val Biois. «Poi per fortuna le temperature si sono un po’ abbassate e questo, insieme al grande lavoro di preparazione che era stato fatto, ci ha consentito di allestire al meglio i 3,5 chilometri del tracciato».

Occhi puntati su Elia Barp, tra i protagonisti più attesi; insieme a lui, altri atleti italiani reduci dai Campionati del Mondo come Davide Graz e Simone Mocellini, terzo nella Sprint al Tour de Ski in Val di Fiemme. Presenti anche atleti in arrivo da Irlanda, Svizzera e Stati Uniti (l’evento è anche manifestazione FIS, oltre che FISI), nonché i vivai per le gare giovanili: in pista Under 16 (Allievi), Under 18 (Aspiranti) e Under 20 (Juniores).

Il week-end mette in palio anche il secondo memorial Ernesto Fenti (a ricordo di uno dei fondatori e poi a lungo presidente dello Sci Club Val Biois), che verrà riconosciuto alla società che al termine della due giorni avrà totalizzato il maggior punteggio. Inoltre, la società organizzatrice, in collaborazione con Sportful, ha istituto il premio speciale dedicato a Giovanni Viel, giornalista e speaker bellunese specializzato nello sci di fondo, scomparso un mese fa, che tante volte ha commentato le gare a Falcade. Il premio speciale andrà al ragazzo e alla ragazza Under 18 che avranno realizzato il miglior tempo nella giornata di domenica. Per seguire da vicino la manifestazione, partenze/risultati/live sul sito dei cronometristi delle gare.