DOMINIK WINDISCH, IL ROCKY DEL BIATHLON

0
201

Thomas Schomberg, lo scultore della statua di Rocky Balboa per i film di Rocky, ha confessato di essere un fan dell’biatleta altoatesino. Per celebrare lo spirito combattivo dimostrato a Östersund l’ha omaggiato con una Rocky Statue da collezione

Il titolo di Campione del Mondo vinto alla mass start di Östersund, in Svezia, nel marzo 2019 è arrivato dopo una gara con uno scenario da favola. Dalle condizioni avverse e ventose dopo l’ultimo tiro, solo un atleta è sfuggito indenne: Dominik Windisch. Dominik è spuntato dalla nebbia e dopo una stagione da underdog nel momento giusto ha vinto il più grande titolo possibile della stagione. Un titolo mondiale che rimarrà nella storia che Windisch è riuscito a strappare grazie alla sua perseveranza continuando a combattere anche quando più di una dozzina di atleti erano davanti a lui. Come ogni storia a lieto fine, dopo l’ultimo poligono, i chilometri fino al traguardo sono stati una marcia trionfale che lo ha fatto entrare nella storia del biathlon.

Un oggetto da collezione

A. Thomas Schomberg, il famoso artista americanoincaricato nel 1980 di realizzare la statua per il film Rocky III di Sylvester Stallone,è rimasto affascinato da questa favola sportiva tanto da voler donare a Dominik un regalo davvero speciale. Una replica originale della Rocky Statue, dettagliato clone in miniatura della Monumental Rocky Statue di Philadelphia, che si trova ancora oggi vicino alle famose scalinate di Rocky all’ingresso del Philadelphia Museum of Arts. Ogni giorno, molti visitatori della città si recano in pellegrinaggio alla statua e si pesano nello spirito vincente di Rocky per alcuni minuti. Oltre all’oggetto da collezione, a Dominik Windisch sono arrivate le congratulazioni ed i migliori auguri di Schomberg per i Campionati del Mondo di Biathlon ad Anterselva, ulteriore incentivo per dare il meglio di sé e per non arrendersi mai anche questa volta.

A. Thomas Schomberg