GRANDI NOMI ALLA DOBBIACO-CORTINA. SABATO LA SETTIMA TAPPA DI VISMA SKI CLASSICS, DOMENICA LA GARA IN SKATING

0
159
L'arrivo della Dobbiaco-Cortina "alternativa" è previsto alla Nordic Arena
L'arrivo della Dobbiaco-Cortina "alternativa" è previsto alla Nordic Arena
L’arrivo della Dobbiaco-Cortina “alternativa” è previsto alla Nordic Arena

Saranno oltre 1600 i concorrenti che sabato 13 e domenica 14 febbraio daranno vita alla 39a edizione della Dobbiaco-Cortina, evento che costituisce uno dei monumenti nel panorama internazionale delle granfondo. Le iscrizioni si sono chiuse nella serata di mercoledì, 10 febbraio, e la starting list si è rivelata importante. Sia per i numeri, dato che la nazioni rappresentate sono ben 30 (i più numerosi i norvegesi con 500 partecipanti) e anche per la qualità.

Al via, infatti, ci sono i più bei nomi dello sci di fondo internazionale delle lunghe distanze. Con il pettorale numero 1 partirà il norvegese Anders Aukland, vincitore ben nove volte in Coppa del Mondo e capace di conquistare alcune delle granfondo più importanti come Vasaloppet (nel 2004), Birkebeinerrennet (2006, 2010 e 2012) e Marcialonga (2004 e 2008). La corazzata norvegese sarà forte anche, tra gli altri, di Petter Elliassen (attuale leader del circuito Visma Ski Classics – The long distance ski championship, manifestazione che comprende le più importanti granfondo europee), John Kristian Dahl e Tord Asle Gjerdalen. I vichinghi dovranno vedersela con tanti avversari agguerriti: ad esempio il ceko Stanislav Rezác o gli svedesi Jörgen Brink e  Jerry Ahrlin. L’Italia si affiderà alla forza e all’esperienza del trentino Bruno Debertolis. Anche tra le donne saranno al via le atleta che occupano i primi posti nella graduatoria generale del  Visma Ski Classics: in particolare la svedese Britta Johansson Norgren (prima), la svizzera Seraina Boner (seconda) e la ceca Katerina Smutna (terza). Tutti saranno impegnati nella gara di sabato, quella in tecnica classica che varrà proprio per il Visma Ski Classics.

Per quanto riguarda la tecnica libera, due gli italiani che si annunciano come grandi protagonisti: la trentina Antonella Confortola e il bergamasco Sergio Bonaldi.

È  confermato, per entrambe le giornate, il tracciato alternativo ufficializzato nei giorni scorsi: la precipitazione caduta nelle ore scorse non è stata infatti di proporzioni tali da consentire di allestire i tracciati originari. Si partirà dunque da Braies per transitare a Dobbiaco e poi lungo la Val di Landro fino all’altezza del cimitero di guerra di Sorgenti, prima di fare ritorno a Dobbiaco dove è posta, alla Nordic Arena, la linea del traguardo.

Per quanto riguarda la gara di sabato, la partenza per le Elite donne è fissata per le ore 9.30, per tutti gli altri alle ore 10. Domenica invece partenza per tutti alle ore 10.