Chicco e quella sporca dozzina

0
305

Sono dodici le tacche del Tour de Ski sui bastoncini di Federico Pellegrino e domani lui, e il resto della spedizione azzurra, saranno in Val Mustair per la sprint in tecnica libera che apre le danze al circuito. La pista svizzera, che si trova a poche centinaia di metri dal confine con l’Alto Adige, evoca bei ricordi al valdostano, il quale vanta nell’amata specialità due vittorie nel 2015 e 2021 e un secondo posto nel 2016.

“Abbiamo trovato una pista bella e ben preparata e larga, con un punto critico nella discesa, una sorta di “esse” impegnativa. Qui mi sono sempre trovato bene, le sensazioni sono buone e la testa libera, sono pronto a lottare. La pista si trova a 1800 metri di altitudine ma non è un problema, si tratta solamente di un elemento da gestire – racconta dopo l’allenamento di rifinitura – e per quanto riguarda le ambizioni di classifica, dico che il Tour de Ski si affronta tappa dopo tappa: con un calendario di questo tipo, ci sono delle gare che mi si addicono, anche se non so dire sinceramente quale possa essere il mio livello nel complesso in termini di classifica generale. Sicuramente darò il meglio per arrivare più avanti possibile, puntando diritto verso il Cermis”.

E per rendere ancora più divertente la sprint, gli organizzatori hanno inserito “le gobbe del cammello” come potete vedere dalla foto qui sotto.

Oltre a Pellegrino saranno al via in campo maschile nella 17sima edizione Francesco De Fabiani, Davide Graz, Giandomenico Salvadori, Paolo Ventura, Simone Mocellini, Giovanni Ticco’, Mikael Abram, Elia Barp e Dietmar Noeckler. Fra le donne presenti Caterina Ganz, Anna Comarella, Martina Di Centa, Cristina Pittin, Nicole Monsorno e Federica Sanfilippo, queste due gareggeranno solamente nella sprint di domenica.

Come detto il Tour de Ski si apre domani a Val Mustair e rilancia domenica 1 gennaio con una 10 km in tecnica classica mass start anzichè pursuit come originariamente programmato. Poi si viaggerà a Oberstdorf (Ger) martedì 3 gennaio per una 10 km in tecnica classica e mercoledì 4 gennaio c’è la 20 km in tecnica libera. Consueta gran chiusura in Val di Fiemme venerdì 6 gennaio con una sprint in tecnica classica, seguita sabato 7 gennaio da una 15 km mass start in tecnica classica e domenica 8 gennaio da una 10 km in tecnica libera che prevede la classica salita all’Alpe del Cermis.