ALTA BADIA, IN FONDO È SEMPRE SCI

0
634

L’Alta Badia è conosciuta per le piste da discesa, belle e tecniche, così attraenti che a dicembre una di quelle (la Gran Risa) ospita una gara di Coppa del Mondo di sci alpino. Tuttavia la località da tempo propone al proprio ospite invernale la migliore delle attività complementari allo sci da discesa: il fondo.
E per noi appassionati l’Alta Badia offre il Centro Fondo Armentarole che quest’anno si è rifatto il trucco.

Con l’inizio della stagione invernale, si prepara ad aprire i battenti anche il Centro Fondo Alta Badia, situato in località Armentarola, ai piedi del Parco Naturale Fanes-Senes-Braies. Il Centro Fondo Alta Badia propone oltre 26 km di pista e ben quattro piste agonistiche omologate FIS. I tracciati si districano su otto percorsi di diverse difficoltà e sono preparati, ovviamente, sia per il classico che per lo skating. Questa varietà di percorsi sui quali si può godere di paesaggi unici (vi ricordo che siamo al cospetto delle Dolomiti Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO) con vista su Conturines, Lavarella e Settsass sono uno dei punti forti del Centro Fondo Alta Badia. E alla luce dei successi del biathlon azzurro, la struttura offre la possibilità di praticare anche la combo sci più carabina, ovviamente ad aria compressa (senza grossi rischi, per intenderci). Inoltre, il centro fondo dispone di un campo scuola, dove bambini e adulti hanno la possibilità di avvicinarsi a questo sport, meno conosciuto, ma non meno affascinante.

Chi volesse migliorare il proprio stile, oppure avvicinarsi per la prima volta a questo sport, può rivolgersi agli istruttori della Scuola sci di fondo Alta Badia: sul sito www.scuolafondo.it trovate tutte le info necessarie.

NOVITÀ: UNA STRUTTURA NUOVA PER IL CENTRO FONDO, DAL SAPORE LADINO
Il Centro Fondo Alta Badia a partire da gennaio 2024 potrà dare il benvenuto ai propri ospiti con un impianto completamente rinnovato e più efficiente. La struttura, che comprende un ristorante, un noleggio sci, la scuola sci e locali che fungono da deposito e parcheggio per i gatti delle nevi, incarna perfettamente l’architettura tipica delle Dolomiti e la cultura ladina di questa vallata, garantendo che si fonda armoniosamente con il paesaggio circostante. Ogni dettaglio è stato curato con attenzione, creando un’atmosfera unica ed autentica: «I materiali utilizzati per la costruzione sono di alta qualità e rigorosamente locali. In questo modo è stato possibile contribuire alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente. Questa scelta non solo preserva la bellezza naturale della zona, ma sostiene anche l’economia locale e la tradizione artigianale. La sostenibilità, in tutti i suoi quattro concetti fondamentali, è uno dei punti focali dell’Alta Badia, che ha ottenuto nell’agosto 2022 la certificazione GSTC, il Global Sustainable Tourism Council». A parlare è Christian Pescollderungg, Presidente della Cooperativa Turistica Alta Badia, l’ente che detiene la proprietà della struttura e che cura la manutenzione dei vari anelli e delle passeggiate nelle immediate vicinanze. Gli arredamenti dei singoli locali sono stati costruiti con materiali naturali e diverse tipologie di legno, quali larice, abete e cirmolo. Il design degli arredi richiamano le forme della natura e ricordano i boschi e le Dolomiti.

I biglietti di entrata al Centro Fondo Alta Badia sono acquistabili direttamente presso il centro fondo, oppure online sul sito www.altabadia.org.