VISMA SKI CLASSICS INVITA LE ATLETE A PRENDERE PARTE AL CIRCUITO

0
161

In attesa dell’inizio del campionato sulle lunghe distanze Visma Ski Classics, con il primo appuntamento fissato per venerdì 30 novembre 2018 con il Pro Team Prologue di Livigno, gli organizzatori del tour stanno cercando di coinvolgere sempre più atlete ad unirsi ai Team Pro e a gareggiare per i punti in palio. In questo senso, in vista della prossima stagione sono state aggiunte due nuove regole: in primo luogo tutti i team professionisti dovranno avere sciatori di entrambi i sessi per potersi registrare al Tour; inoltre, è stata modificata la regola per cui gli atleti devono finire entro il 20% del tempo di vittoria per ottenere punti.

La prossima stagione sarà la IX per il circuito Visma Ski Classics e c’è la grande volontà di incrementare il numero delle atlete che partecipano al tour. Il regolamento della competizione prevede che 30 Pro Team si giochino i punti individuali e quelli di squadra così come i pettorali colorati, ogni Pro Team può essere composto da un minimo 4 fino ad un massimo di 10 atleti. La scorsa stagione i numeri hanno che dei 232 atleti Pro Team registrati, 179 erano maschi e 53 femmine.

L’ambizione è quella di ridurre questo divario tra i due sessi.

«Lo sci di fondo sulla lunga distanza è qualcosa di unico all’interno dello sport professionistico che prevede che uomini e donne facciano parte dello stesso Pro Team, si presentino alle stesse linee di partenza, facciano le stesse distanze in produzioni televisive combinate – ha detto il CEO di Ski Classics, David Nilsson –. Questo è qualcosa che ci rende molto orgogliosi e permette al nostro sport di essere interessante e eccitante. Tutte le nostre star al femminile come la svedese Britta Johansson Norgren, la ceca Katerina Smutna, la polacca Justyna Kowalczyk e la giapponese Masako Ishida sono idoli e modelli da seguire nei loro rispettivi paesi di origine, e aiutano a far crescere non sono l’interesse verso il Tour ma rappresentano anche dei punti di riferimento per le giovani ragazze che iniziano a praticare lo sci di fondo e le altre discipline sportive nel tempo libero».

Nilsson ha poi continuato: «Quando abbiamo incominciato a sviluppare il circuito Visma Ski Classics dieci anni fa, c’erano solo una manciata di sciatrici che partecipavano agli eventi e naturalmente siamo contenti di registrare un forte aumento che ha portato il numero ad oltre 50 atlete; ma non siamo soddisfatti, sappiamo che si può fare di più per catalizzare l’interesse delle sciatrici».

«All’inizio abbiamo anche introdotto lo stesso premio in denaro per i vincitori di entrambi i sessi, tuttavia in numero di uomini che hanno conquistato un premio in denaro è stato più alto in modo da essere corretti anche con gli sciatori. Poi abbiamo introdotto il fatto che i pro Team potessero iscrivere due atleti uomini e una donna nella competizione Pro Team, anche se il rapporto tra i sessi sulla linea di partenza era molto differente. Due stagioni fa abbiamo introdotto la pettorina verde per lo Sprint anche nelle competizioni femminili. Tutte le pettorine vengono distribuite sia alle atlete che agli atleti».

«Adesso abbiamo introdotto una regola secondo cui tutti i Pro Team devono essere composti da atleti di entrambi i sessi per poter ricevere la licenza che consenta di raccogliere punti nel tour e diventare un Team Pro ufficiale del circuito Visma Ski Classics. Assieme a questo, abbiamo eliminato la regola che stabilisce di dover completare entro il 20% del tempo di vincita, rendendo più interessante per i Pro Team il fatto di investire anche in giovani atlete».

«Credo fermamente che il fatto di investire nella competizione femminile possa aumentare l’interesse per il nostro prodotti e aumentare la rilevanza anche dei nostri sponsor, ma anche quello dei partner dei Pro Team e dei nostri eventi».

Quindi invito tutte le giovani sciatrici a iniziare ad allenarsi per le prove su lunga distanza, i Pro Team ad iscrivere più atlete e gli Eventi a fare di più per aumentare l’interesse delle sciatrici e spingere a presentarsi sulla linea di partenza, dopo tutto viviamo nel 2018…» parola di David Nilsson, CEO Visma Ski Classics