L’ENGADIN SKIMARATHON AL LAVORO PER UN’EDIZIONE 2021 IN SICUREZZA

0
193
Daniel Koch (sx) e Menduri Kasper (dx)

Vista la grande affluenza che ogni anno porta fondisti e appassionato a raggiungere l’Engadina svizzera nel corso della Engadin Marathon Week, gli organizzatori stanno lavorando con Daniel Koch, ex capo del dipartimento Malattie trasmissibili dell’UFSP (Ufficio federale della sanità pubblica elvetico), per garantire il massimo livello di protezione possibile.

Nella scorsa stagione la settimana di gare targate Engadin con l’Engadin Women’s Run, l’Engadin Night Run, la Supersprint e l’Engadin Skimarathon è stato il primo grande evento svizzero a doversi arrendere alla pandemia. Un argomento si cui è tornato anche Menduri Kasper, CEO dell’Engadin Skimarathon: «La cancellazione era giusta. A febbraio non si sapeva quasi nulla del virus e delle possibilità di proteggersi dall’infezione. Se quasi 20.000 persone fossero venute in Engadina, sarebbe stato un grave rischio per la salute».

Uno sguardo al futuro

Ma gli organizzatori non si sono certo fatti abbattere da un’ultima annata negativa e per limitare al minimo il rischio nella prossima stagione hanno chiesto aiuto a quello che è probabilmente l’esperto più noto della Svizzera: «Non vogliamo lasciare nulla al caso ed essere preparati a tutti i possibili scenari per questo con Daniel Koch abbiamo dalla nostra parte una figura molto esperta e competente. – continua Menduri Kasper – La salute e la protezione di tutti i partecipanti, dei volontari e dei partner locali è la nostra priorità assoluta». Al momento, la prossima Skimarathon dell’Engadina è prevista per il 14 marzo 2021.