LA GERMANIA FA LA VOCE GROSSA NELLA COMBINATA NORDICA. DOMANI È IL GIORNO DEL FONDO IN TECNICA LIBERA

0
252

di Gianluca Zanardi

Che fossero forti si sapeva benissimo, ma che alla fine sul podio ci sarebbero andati solo loro è abbastanza una sorpresa. Jark Magnus Riiber e Akito Watabe si devono accontentare della 4° e della 5° posizione perché il podio è tutto a bande orizzontali nere, rosse e gialle. E pensare che dopo il salto erano proprio il giapponese e il norvegese a guidare la classifica, ma nella combinata nordica si può festeggiare solo con gli sci stretti ai piedi.

Alla fine la medaglia d’oro la vince Johanne Rydzek che ottiene il migliore tempo in 23:52.5. Completano il podio Fabian Riessle e Eric Frenzel. I tre arrivano al traguardo in meno di 1 secondo di distanza.

Alessandro Pittin Photo: Pentaphoto / Giovanni Auletta
Alessandro Pittin
Photo: Pentaphoto / Giovanni Auletta

Gli italiani sono troppo indietro dopo il trampolino per poter ambire alla top 10 e riescono solo a recuperare qualche casella. Il primo all’arrivo è Alessandro Pittin 27° con il tempo di 27:00.09. Dopo di lui Raffaele Buzzi è 34°, Lukas Runggaldier 36° e Aaron Kostner 44°. I giochi sembrano già fatti anche per la gara a squadre visto che la Germania vanta ben 4 atleti nelle prime 7 posizioni: batterli sarà ardua. Domani i riflettori saranno puntati sull’Alpensia Cross-Country Skiing Center visto che dalle 9 alle 12.20 orario italiano andranno in scena le qualifiche ed a seguire le finali delle Team Sprint in tecnica libera femminili e maschili.

Sulle gare di domani si è soffermata ai microfoni di Eurosport Italia Gabriella Paruzzi, esperta di sci di fondo e 4 volte campionessa Olimpica nella staffetta.

Quali sono le tue previsioni per le gare sprint di domani?

Penso che saranno delle gare spettacolari sia per gli atleti che per il pubblico. Sarà dura competere con i team della Norvegia. Sono senza dubbio loro i grandi favoriti in entrambe le gare.

Pensi che ci saranno delle sorprese? Quale nazione può essere un outsider?

Penso che la Francia può avere delle possibilità nella Team sprint maschile. Anche la Russia può fare bene. Sia gli uomini che le donne sono molto validi nello skating. Per quanto riguarda le ragazze, anche le Americane posso avere buone chance di medaglia.

Photo: Pentaphoto / Giovanni Auletta
Photo: Pentaphoto / Giovanni Auletta

Gli atleti norvegesi hanno dimostrato un dominio assoluto nelle gare di sci di fondo. Come possiamo spiegarlo?

Per me questo dominio così netto è una grande sorpresa. Loro sono stati bravissimi nello skating, ma non sono stati i migliori nello stile classico qui a PyeongChang. È stata abbastanza una sorpresa, di solito loro dominano tutte le competizioni. Credo che siano i migliori perché hanno lavorato tanto su questa disciplina. Sono un grande team.

Secondo te, le gare in team hanno un sapore speciale?

Si, gareggiare come squadra è una grande esperienza. Ma è anche molto difficile perché c’è una grande responsabilità. La parte migliore è gareggiare sapendo che oltre a rappresentare la tua squadra stai rappresentando la tua nazione. È un gran lavoro di squadra.

Photo credit: Pentaphoto /FISI