LA BANDIERA AMERICANA SVENTOLA SULL’INDIVIDUALE MASCHILE: BAILEY D’ORO SU MORAVEC E FOURCADE

0
158
Dominik Windisch (foto Fisi)
Dominik Windisch (foto Fisi)

È Lowell Bailey la sorpresa più grande dei Mondiali di Hochfilzen: l’americano si mette al collo la medaglia d’oro nell’individuale maschile, non male come prima volta sul gradino più alto del podio nella massima serie del biathlon. Il 35enne che sino a oggi vantava un secondo posto nella sprint di Kontiolahti nella stagione 2013/14 come miglior piazzamento, ha stravolto i pronostici della vigilia con una prestazione ben al di sopra delle aspettative, che lo ha visto chiudere con un fantastico 0 al poligono di tiro e al traguardo ha messo fra sè e il ceco Ondrej Moravec (medaga d’argento) 3″3 di vantaggio, mentre il favorito della vigilia Martin Fourcade si è dovuto accontentare del bronzao a 21″2 con due errori.

Ventunesimo posto per Dominik Windisch, confermatosi il migliore degli azzurri: il piazzameno consente all’alpino di Anterselva si assicurarsi un posto nella mass start di domenica che chiuderà la rassegna austriaca. 34° posto per Lukas Hofer, al rientro dopo avere saltato la pursuit, più lontani Thomas Bormolini e Giuseppe Montello.

Le dichiarazioni degli azzurri. Dominik Windisch: “Dobbiamo essere realistici, non ho mai fatto quattro zeri, quindi non me l’aspettavo nemmeno qui. E’ stata una media che mi può bastare per oggi, faccio punti importanti per la classifica generale. Sono felice di essermi qualificato per la mass start, però prima c’è la staffetta nella quale arriviamo in discrete condizioni. nella gara a squadre bisogna sempre tenere conto di tanti aspetti, vedremo se ognuno renderà in base alle proprie potenzialità”.

Lukas Hofer: “E’ stata una gara lunga, le mie condizioni sono miglior rispetto alla sprint ma non ci siamo ancora. Tre errori nella prima serie non sono da me, gli errori sono errori e non si può fare niente, guardo il lato positivo, ossia che da quel momento mi sono ripreso. Faceva molto caldo, sembrava di essere in estate, ma la pista ha tenuto abbastanza bene. Guardiamo avanti verso la staffetta, è aperta a qualsiasi risultato”.

Thomas Bormolini: E’ un peccato commettere tre errori sui quattro complessivi in una sola serie, è un peccato buttare via le gare in questo modo. Devo trarre il giusto insegnamento anche da questa giornata, purtroppo le mie condizioni fisiche non sono le migliori e in un Mondiale tutti vanno fortissimo. Guardiamo alla staffetta, dove possiamo andare veramente bene”.

Giuseppe Montello: “Una gara che non è andata decisamente come pensavo. Fisicamente non c’ero, mi sentivo vuoto sin dal primo giro e non sono riuscito a entrare in gara nemeno di testa, ho fatto un po’ di caos anche al tiro, dove non arrivavo lucido. Mi rimane la staffetta, devo cercare di recuperare bene le energie, prendere le due ultime serie di oggi e rifarle al poligono”.

La classifica generale di Coppa del mondo vede Fourcade largamente al comando con 980 punti contro i 647 di Shipulin e i 613 di Schempp, Windisch è sedicesimo con 364. La coppa di specialità viene vinta dallo stesso Fourcade con 162 punti, seguito da Shipulin con 126 e Bailey con 117.

Domani, venerdì 17 febbraio, tocca alla staffetta femminile con partenza alle ore 14.45, l’Italia schiera Lisa Vittozzi al lancio, seguita da Federica Sanfilippo, Alexia Runggaldier e Dorothea Wierer.

 

Ordine d’arrivo individuale maschile Mondiali Hochfilzen (Aut)
1. Lowell Bailey (Usa) 0 48’07″4
2. Ondrej Moravec (Cze) 0 +3″3
3. Martin Fourcade (Fra) 2 +21″2
4. Erik Lesser (Ger) 1 +32″0
5. Sergey Semenov (Ucr) 1 +38″6
6. Michal Krcmar (Cze) 0 +43″6
7. Anton Shipulin (Rus) 2 +43″9
8. Johannes Boe (Nor) 2 +1’11″9
9. Lars Birkeland (Nor) 1 +1’14″3
10. Benjamin Weger (Svi) 1  +1’22″8
21. Dominik Windisch (Ita) 3 +2’37″5
34. Lukas Hofer (Ita) 4 +4’14″0
59. Thomas Bormolini (Ita) 4 +6’06″3
87. Giuseppe Montello (Ita) 6 +9’51″2