COMBINATA NORDICA: OGGI LA GUNDERSEN HS100/10 KM DI FALUN

0
125
Alessandro Pittin nella prova Gundersen. (Photo: NordciFocus)
Alessandro Pittin nella prova Gundersen. (Photo: NordciFocus)

UFFICIALIZZATO IL QUARTETTO AZZURRO CHE GAREGGERÁ A FALUN NELLA GUNDERSEEN HS100/10 KM DI OGGI

Jochen Strobl, allenatore responsabile della Combinata Nordica, ha ufficializzato il quartetto che oggi, venerdì 20 febbraio, si sfiderà con i combinatisti di tutto il mondo, nella prova Gundersen HS100/10km dal trampolino piccolo di Falun.

Saranno Alessandro Pittin, Lukas Runggaldier, Armin Bauer e Samuel Costa, gli atleti in gara per l’Italia.

Il salto, che era previsto alle ore 10.00, è stato però posticipato alle 10:30 a causa di forte vento. La prova di fondo si correrà invece alle 16.00. Per chi volesse seguire la gara, Rai Sport 2 ed Eurosport proporranno l’intera diretta.

Di seguito, le impressioni degli azzurri, dopo l’ultimo salto di allenamento di ieri.

Alessandro Pittin: “Tra l’ultimo salto del primo giorno e i due di oggi ho trovato sensazioni buone, mi sono avvicinato agli ultimi salti che abbiamo fatto prima di venire in Svezia. Mancherebbe ancora qualcosina, però è un trampolino facile e non ci saranno grossi distacchi dai migliori. Oggi mancava la squadra norvegese e quindi qualche confronto in più con i big, però sono soddisfatto. Speriamo che il tempo tenga anche in gara, la pista di fondo è la stessa che abbiamo fatto l’anno scorso (quando Alessandro fu terzo in Coppa del mondo, ndr), presenta un paio di curve che possono fare selezioni e due curve in uscita dallo stadio dove si può fare la differenza. In questi giorni la neve non è proprio il massimo, i materiali giocheranno un ruolo importante e dovremo essere competitivi, se poi le condizioni saranno difficili per noi è meglio perchè faremo la differenza. Ovviamente quando vai ad un Mondiale contano solo le medaglie, quest’anno mi sono avvicinato al podio ma mai in modo concreto per poterci salire sopra, mancano un paio di metri sul salto ma abbiamo dimostrato di essere lì vicini. Giocherò le mie carte al meglio, magari stare con i primi a lottare come è successo a Sochi, poi spero di non arrivare nuovamente quarto, almeno una posizione avanti sarebbe meglio”.

Lukas Runggaldier: “Non riesco ancora a volare bene, incrocio tanto in aria, devo rifinire qualche particolare. Sarà una gara molto tattica, siamo in tanti in grado di potere fare bene”.

Armin Bauer: “Oggi non è andata proprio come mi aspettavo. Il primo giorno ho saltato un pelino meglio, ieri abbiamo deciso di riposare e oggi la giuria ci ha fatto fare due salti anziche tre. Le sensazioni non sono buonissime, ma per domani cercheremo di essere pronti. In Coppa del mondo ci sono tante gare dove è possibile rifarsi per un risultato andato male, qui al mondiale è una gara secca, c’è abbastanza vento in alcuni giorni e in altri no. Cercherò di stare bene e di saltare bene, poi si deciderà tutto nel fondo.”

Samuel Costa: “Il salto va abbastanza bene, su questo trampolino mi sento a mio agio. Mi sono ammalato durante le gare di Sapporo in Coppa del mondo, sono stato costretto a non correre in Val di fiemme per guarire e poi quando sono guarito ho recuperato il ritardo di condizione con un allenamento più intenso a Seefeld. Il mio obiettivo per questo mondiale è dare il massimo, se poi esce qualcosa di buono sarò contento, altrimenti ripartiremo per la prossima occasione”.